Documento approvato all’unanimità dall’Assemblea costituente del 29 agosto 2008.

Scarica il MANIFESTO

Aderiamo all’Unione per il Trentino per aprire una nuova pagina di partecipazione e di servizio in una comunità che vanta anni di buon governo e crescita ma che non può adagiarsi di fronte alle sfide del presente e del futuro.

 

L’APPARTENENZA ALLA COMUNITA’ IN UNA NUOVA CONCEZIONE POLITICA 
L’Unione per Il Trentino vuol fare tesoro e incentivare le esperienze di rete che in tutti i settori garantiscono valore aggiunto all’impegno amministrativo e sociale. L’Unione è convinta che dall’intreccio delle culture politiche democratiche e solidaristiche può e deve nascere una nuova concezione e una nuova azione, che ha il suo denominatore comune nell’«appartenenza alla comunità». Un laboratorio dove le idealità e le storie di ognuno si possano coltivare in uno scambio continuo, per produrre innovazione ma anche per rafforzare le radici del popolarismo trentino nel solco degasperiano.

 

UN ESPERIENZA POLITICA TERRITORIALE
L’Unione nasce per dare voce all’intera Comunità trentina e alle sue comunità. Il partito territoriale non è la somma dei territori, ma è la volontà di fondere in un progetto dinamico i valori delle nostre comunità: unità, sussidiarietà, responsabilità e solidarietà. Partendo dalla persona, dai suoi affetti, dalla costruzione dei suoi rapporti familiari e sociali.
Comunità del Trentino, ma non solo. Non sarebbe possibile, né giusto. Comunità, oggi, è anche Italia. Ed è Europa. Il Trentino – all’Italia e all’Europa – può e vuole dare il suo contributo.
Per l’Unione il Trentino non è un dato geografico. Il territorio è «casa» delle diverse culture. Ma deve avere pareti di vetro e porte aperte. Dove lo sviluppo nasce dalla condivisione. Dove la persona e l’ambiente sono un vincolo irrinunciabile. Dove le radici cristiane delle nostre comunità sono un solido riferimento per il confronto e il reciproco arricchimento con altre culture.
L’Unione per il Trentino è l’unione dei trentini. L’unità, la condivisione, servono a sconfiggere le solitudini e le paure, i rischi delle derive egoistiche. Per questo un partito – il nostro – deve essere un mezzo e non un fine. Il «mezzo» che porta alla partecipazione, al protagonismo dei singoli e delle realtà associate.

 

VIVERE L’AUTONOMIA COME SERVIZIO
La nostra identità e la nostra autonomia sono l’anima di Unione per il Trentino. Ma l’Autonomia non può essere né feticcio, né architettura istituzionale. E’ l’identità che deve difendere e far fruttare le risorse – non solo economiche – che garantisce per continuare a fare del Trentino un esempio di efficienza ma anche di solidarietà. Difendere l’Autonomia vuol dire dimostrare di amarla. E amarla significa renderla viva, comprensibile, “amica” dei trentini, mai nemica di quello che non è trentino.
Autonomia come servizio. Un servizio che guarda al futuro senza averne paura. Cogliendone le potenzialità per tradurre l’economia, la tecnologia, per produrre innovazione.
Vogliamo essere il partito della Comunità Autonoma del Trentino. Una comunità di cui prendersi cura nel suo straordinario mosaico di peculiarità.

 

COSTRUIRE IL FUTURO
Il futuro non si aspetta. Il futuro va costruito. Unione per il Trentino vuole farlo valorizzando ogni risorsa in un progetto in cui la tecnologia non sia contro l’ambiente, e dove la qualità sociale sia l’elemento guida di ogni azione. Vogliamo farlo valorizzando la capacità imprenditoriale e lo spirito di iniziativa, riservando grande attenzione al ruolo sociale dell’impresa e del lavoro, anche in una dimensione meritocratica, espressione culturale delle giovani generazioni.
La pubblica amministrazione deve divenire sempre più un servizio alle imprese e al cittadino e alle comunità. Un Trentino dinamico, rivolto al domani ma senza mai sradicarsi dai suoi valori fondanti che si alimentano in una corretta dimensione del lavoro e dell’economia.
Un Trentino prima di tutto «amico»: un governo vicino alla sua gente, capace di farsi capire e di farsi dettare l’agenda delle priorità da una società protagonista. Un Trentino dove i cittadini non sono “utenti” ma “soci” dell’amministrazione.
Unione per Trentino vuole sposare valori e concretezza. I servizi alla persona, alle famiglie, alle coppie, a chi ha lavoro precario, ai giovani, agli anziani. In un partito della comunità e delle comunità devono essere i «servizi guida», che vengono prima di tutto e che sono irrinunciabili. Così come l’accoglienza in una terra che fu di emigrazione. Un’accoglienza piena ma vincolata al rispetto delle leggi, della civile convivenza.
Associazionismo, volontariato, cooperazione. E’ il tesoro di questa terra. L’Unione per il Trentino trae da questa cultura di solidarietà e di impegno la sua più forte ispirazione etica e civile.

 

PERSONA E FAMIGLIA
Averle come punto di riferimento vuol dire orientare ogni scelta alla crescita di una cultura della serenità – economica ma anche culturale – che è il presupposto di un Trentino che può e deve porsi come esempio di Autonomia matura. In questo senso giovani e donne non saranno «accessori» della politica e dell’amministrazione. Dovranno poter diventare «protagonisti» della politica e dell’amministrazione.

 

UN NUOVO MODELLO DI POPOLARISMO
Il nuovo modo di essere popolare che vogliamo proporre e costruire si sintetizza in una parola: la rete. Politicamente, sarà la rete tra il cattolicesimo democratico – liberale e ideali del mondo laico e riformista. Finita l’ideologia, la politica deve tornare ad essere dialogo e confronto produttivo di idee e storie diverse.
Di questo modello sono tratti caratteristici l’approfondimento sistematico dei contenuti e la promozione di una nuova consapevolezza dell’appartenenza europea. L’Unione per il Trentino sarà la «casa delle idee» che uniscono centro e periferia in una linea virtuosa di collaborazione e reciproca attenzione. L’opposto dei campanili, ma facendo tesoro del radicamento territoriale.
La sintonia tra idee, persone, territori avrà una missione chiara: attenzione ai deboli, pari opportunità per garantire una migliore qualità di vita a tutti, passione civile e regole etiche.
Un’etica che – per iniziare – aggiornerà il «codice» di comportamento approvato dalla Margherita.

 

UNA CULTURA DEI VALORI
L’Unione per il Trentino mette in campo una sfida. Fare politica, con le persone che hanno voglia di impegnarsi senza steccati ideologici – per fare cultura. La cultura dei valori che distinguono il Trentino: laboriosità e generosità, dialogo e onestà, umiltà e responsabilità.

Con questo spirito aderiamo all’Unione per il Trentino.